You are here:

GLI STADI DEL MELANOMA

Indice Breslow e Livelli Clark | APaIm - Associazione Pazienti Italia Melanoma

La stadiazione del melanoma è il metodo più diffuso dai medici per indicare fino a dove il tumore si sia esteso.
Vengono utilizzati dei codici per descrivere il tipo di melanoma, per esempio la lettera T (significa tumore) seguita da numeri da 0 – 4 che indicano lo spessore.
Inoltre troveremo scritto a o b a seconda della presenza di ulcerazione e numero di mitosi.

Se il tumore non può essere valutato, troveremo TX

Se non viene riscontrata traccia di tumore troverai T0

Tis invece se si tratta di melanoma “in situ” cioè il tumore si trova nella parte più esterna della pelle e non è cresciuto penetrando negli strati più profondi.

  • T1 significa che il tumore è minore di 1mm, se accanto troviamo la lettera (a) per esempio T1a significa che non c’è presenza di ulcerazione e le mitosi inferiori a 1mm al quadrato.
  • Se trovi la sigla T1b significa la presenza di ulcerazione, con mitosi uguale o maggiori di 1mm al quadrato.
  • T2 se il tuo spessore è tra 1mm e 2mm .
  • T2a non c’è ulcerazione
  • T2b presenza di ulcerazione
  • T3 se il tuo spessore è tra 2mm e 4mm
  • T3a non c’è ulcerazione
  • T3b presenza di ulcerazione
  • T4 se lo spessore del tumore è maggiore ai 4mm
  • T4a non c’è ulcerazione
  • T4b presenza di ulcerazione

Stadi del melanoma avanzati

Quando il melanoma si muove dalla sede primaria fino ai linfonodi vicinali troveremo la sigla N

Più sono i linfonodi coinvolti, più è alto il rischio che il melanoma possa diffondersi.

  • NX linfonodi regionali (ovvero linfonodi vicino al melanoma primario ) non valutabili
  • N0 il melanoma non si è diffuso nei linfonodi
  • N1 il melanoma si è diffuso ad 1 linfonodo
  • N2 il melanoma si è diffuso a 2/3  linfonodi
  • N3 può variare: il melanoma si è diffuso a 4 linfodi o più oppure 2 o più linfonodi appaiono legati (linfonodi fusi)

La lettera M significa metastasi cioè che la malattia si è diffusa a siti distali del corpo, questa sigla la troverai ad uno stadio più avanzato di malattia.

La gravità dipende da dove si sono formate metastasi

  • Le metastasi possono essere trovate nella pelle, sotto la pelle o in organi quali polmone, fegato o cervello.
  • Le metastasi possono essere trovate nei linfonodi collocati oltre la zona del tumore e sono chiamati linfonodi distali.

MICROMETASTASI:

Significa che la metastasi non è visibile a occhio nudo, ma è necessaria una biopsia.

MACROMETASTASI:

significa che la metastasi è visibile ad occhio nudo e può essere sentita.

LDH (lattato deidrogenasi):

è un enzima che si trova nel sangue in piccole concentrazioni e se il suo livello supera i valori di riferimento può indicare una diffusione di malattia nel corpo.

  • MX metastasi distali non valutabili.
  • MO il melanoma non si è diffuso in altre aree.
  • M1a metastasi a distanza alla cute, tessuti molli compreso il muscolo o/e linfonodi non regionali.
  • M1b metastasi a distanza al polmone con o senza sedi di malattia.
  • M1c metastasi a distanza a sedi viscerali diverse.

MELANOMA STADIO 0 (MELANOMA IN SITU)

Il melanoma di stadio 0 è ancora confinato negli strati superiori della pelle e le cellule non si sono diffuse in profondità.
Non c’è invasione dei tessuti circostanti dei linfonodi o dei siti distali.

RISCHIO:

Tra gli stadi del melanoma, questo è considerato il più facile da curare, ed il rischio di recidive o metastasi regionali e distali è molto basso.
Nella maggior parte dei casi si risolve con la chirurgia.

MELANOMA STADIO I

Il melanoma stadio I hanno uno spessore fino a 2 mm. E’ localizzato, può essere presente l’ulcerazione e si differenzia in due sottoclassi IA e IB.

STADIO IA: Non è più spesso di 1mm ,non è ulcerato e le mitosi sono inferiori a 1mm2

STADIO IB: Non è più spesso di 1mm ma presenta ulcerazione con mitosi maggiori di 1mm2

RISCHIO:

Se hai un melanoma di stadio I c’è basso rischio di recidiva o di metastasi regionali che distali.

CONSIGLI:

Fai sempre i controlli che ti vengono assegnati.

MELANOMA STADIO II

E’ sempre un melanoma localizzato, non evidenzia invasione dei linfonodi regionali o distali. Si differenzia in tre sottoclassi  :

STADIO II A ( T2b e T3a )

  • T2b :Il suo spessore è di 1.01 – 2.0 mm con ulcerazione.
  • T3a : il suo spessore è di 2.01 – 4.0 mm senza ulcerazione.

STADIO II B ( T3 e T4a )

  • T3b : Il suo spessore è di 2.01 – 4.00 mm con ulcerazione.
  • T4a : Il suo spessore è più di 4.0 mm, senza ulcerazione.

STADIO II C ( T4b)

  • T4b : Il suo spessore è maggiore di 4.0 mm con ulcerazione.

RISCHIO:

Se ti viene diagnosticata questa stadiazione sei considerato a medio o alto rischio di recidive o metastasi ai siti regionali che distali.

MELANOMA STADIO III

Solitamente questa stadiazione presenta diffusione ai linfonodi locali .
Questo stadio del melanoma si differenzia in tre sottoclassi:

STADIO IIIA ( T1 – T4a )

  • T1 – 4a : Ogni spessore senza ulcerazione.

STADIO III B : ( T1 – T4b )

  • T1 –  4b : Ogni spessore, con ulcerazione.

STADIO III C : ( T1b – 4b )

  • T1 – 4b : Ogni spessore con ulcerazione.

RISCHIO:

Con questa stadiazione sei considerato ad alto rischi di recidiva o metastasi ai siti distali.

MELANOMA STADIO IV

Questa stadiazione in molti casi, non interessa solo i linfonodi o siti distali ma può presentarsi agli organi vitali, mostrando un LDH elevato per via della malattia attiva e si differenzia da tre sottoclassi : le sottoclassi si basano a quali organi sono interessati e sul livello di LDH.
Non comporta nessuna classificazione T o N.

RISCHIO:

Rispetto agli altri stadi del melanoma sicuramente è la più severa, ma ricorda che ogni individuo è a sé.